IPG per persone in quarantena

Le persone che sono state in stretto contatto diretto con persone infette, vengono messe in quarantena per impedire la diffusione del virus. Vi ricordiamo che il diritto all’indennità di perdita di guadagno (IPG) può essere fatto valere solo se la quarantena è stata ordinata da un medico o dalle autorità.

Una quarantena auto-isolamento volontaria non costituisce un diritto. Lo stesso vale per le persone particolarmente a rischio. Si ritiene che questi non siano in quarantena ai sensi dell'ordinanza COVID 19. Anche le persone malate non ricevono l'indennità di perdita di guadagno (IPG), poiché sono già coperti dall'obbligo della continuazione del pagamento dei salari e le prestazioni giornaliere per malattia.

In tutti questi casi, il datore di lavoro è tenuto a continuare a pagare i salari (art. 10c Covid 19 ordinanza 2). In caso di continuazione del pagamento dei salari, l'indennità di perdita di guadagno (IPG) Corona va al datore di lavoro.

I titolari di persone giuridiche (SA, Sagl) sono considerati lavoratori (lavoratori dipendenti) ai sensi della LAVS.

 

Indennità di perdita di guadagno (IPG) per lavoratori in quarantena

Il diritto del lavoro, per la maggior parte dei lavoratori, prevede la continuazione del pagamento del salario da parte del datore di lavoro. I dipendenti che non hanno diritto al pagamento continuo dei salari, possono tuttavia richiedere il risarcimento per i giorni in cui hanno dovuto interrompere il lavoro a causa della quarantena ordinata. La cassa di compensazione AVS del vostro datore di lavoro è responsabile per la perdita di guadagno (IPG) Corona.

Se il lavoro può essere svolto in modalità telelavoro non sussiste alcun diritto all'indennità a causa della quarantena. 

Modulo di registrazione per i datori di lavoro

Modulo di registrazione per i dipendenti

 

Indennità di perdita di guadagno per lavoratori indipendenti in quarantena

I lavoratori indipendenti costretti a interrompere la loro attività lucrativa hanno diritto a un’indennità di perdita di guadagno dovuta all’ordine di quarantena. La base per il calcolo dell’indennità è costituita dal reddito da attività lucrativa indipendente conseguito nel 2019.

L’importo dell’indennità giornaliera è pari all’80% del reddito da attività lucrativa. Non sono corrisposti assegni per l’azienda, di custodia e per i figli.

Modulo di registrazione per i datori di lavoro

Modulo di registrazione per i dipendenti

Modulo di registrazione per i lavoratori indipendenti

 

In generale

  • La persona deve essere obbligatoriamente assicurata presso l’AVS. La persona deve esercitare un’attività lucrativa dipendente o indipendente.
  • La quarantena deve essere ordinata dal medico o dalle autorità.
  • Per l’indennità non vi è alcun limite massimo di età.
  • Non esiste un’indennità minima, l’indennità massima è pari a 196 franchi al giorno.
  • Se è possibile continuare a esercitare l’attività lucrativa da casa (ad esempio, in modalità home office) non si ha alcun diritto all’indennità.
  • Il diritto matura se risultano soddisfatti tutti i requisiti e comunque non prima del 17.04.2020 e per un massimo di 10 giorni.
  • Non sussiste alcun diritto all’indennità se la persona avente diritto percepisce già prestazioni da un’altra assicurazione sociale o privata (ad esempio, assicurazione contro la disoccupazione, indennità giornaliera di malattia, ecc.).

 

Maggiori informazioni

Modulo di registrazione per i datori di lavoro

Modulo di registrazione per i dipendenti

Modulo di registrazione per i lavoratori indipendenti

Promemoria 2.13: Coronavirus: informazioni per i datori di lavoro e gli indipendenti

Promemoria 6.03: Indennità di perdita di guadagno Corona